• +(39) 081415555
  • +(39) 081422344

Balanchine Night al Teatro San Carlo

Dal 30 ottobre al 3 novembre 2021

Direttore | David Garforth

Coreografia | George Balanchine

á

I Quattro Temperamenti
Scene e Costumi | Kurt Seligmann

á

Tchaikowsky Pas De Deux
Costumi | Barbara Karinska

á

Who Cares!
Scene | Santo Loquastro
Costumi | Jo Mielziner

á

╔toile Ospiti, Tyler Peck, Maia Makhateli, Vadim Muntagirov

á

Orchestra e Balletto del Teatro di San Carlo

á

á

Ottobre / Novembre 2021

SERIE CREMISI

Sabato 30 ottobre, ore 17.00 - Fuori Abbonamento / ore 21.00 - Turno A (doppio spettacolo) - Tariffa V

Domenica 31 ottobre, ore 17.00 - Turno F - Tariffa V

Mercoledý 3 novembre, ore 17.00 - Turno B / ore 21.00 - Turno C / D (doppio spettacolo) - Tariffa VI

á

Durata: 1 ora e 40 minuti circa, con intervallo

á

á

George Balanchine (il cui vero nome era Georgij Melitonovič Balančivadze) Ŕ stato tra i pi¨ grandi coreografi e danzatori del secolo scorso e tra in fondatori della scuola di ballo degli Stati Uniti, dove Ŕ scomparso ottantenne nel 1983. Tra i suoi 425 lavori molti sono tuttora portati in scena e molto amati dal pubblico di tutto il mondo. Nella nostra "notte Balanchine" (night indica una "serata" a teatro) ne sono proposti tre.

"I Quattro Temperamenti"ebbe la sua prima 75 anni fa, nel novembre 1946 a New York, su musiche di Paul Hindemith ed Ŕ un'opera "filosofica", basata sui quattro "umori" che per i pensatori antichi rappresentavano l'unitÓ dell'essere umano. Da sempre Ŕ giudicato uno dei pi¨ grandi capolavori del coreografo georgiano.

La storia del "Tchaikowsky Pas De Deux" Ŕ intrigante come un giallo. Nel 1953 fu riscoperto negli archivi del Teatro Bol'Üoj la partitura di un pas-de-deux appositamente scritto da Čaikovskij nel 1877 per una rappresentazione del Lago dei cigni, poi dimenticato per oltre 70 anni. Balanchine ne fece una coreografia presentata a New York nel 1960 e divenuta poi celebre.

La pi¨ recente delle coreografie del trittico Ŕ "Who Cares!", che ebbe la prima nel 1970, e si basava su songs (compreso quello usato nel titolo) composti mezzo secolo prima dal grande compositore George Gershwin trasformati in una spumeggiante pioggia di melodie trascinanti.

á

Continuando a usare questo sito web, acconsenti all'uso dei cookie in conformità alla nostra Cookie Policy×