• +(39) 081415555
  • +(39) 081422344

L'Isola diáProcida geologicamente Ŕ formata dai resti di quattro vulcani che sono la continuazione di quelli flegrei. Ha coste molto frastagliate e scarsa elevazione sul mareNon ebbe notorietÓ nella antichitÓ come le altre isole del golfo.
Da essa prese il nomeáGiovanni da Procida, che secondo una leggenda, avrebbe portato il guanto diáCorradino di Svevia, giustiziato nella piazza del mercato di Napoli, al genero di lui, Pietro d'Aragona ,che poi conquist˛ la Sicilia.
Durante il periodo napoleonico fu varie volte occupata dagli inglesi. La sua notorietÓ internazionale inizi˛ ai primi dell'800 quando lo scrittore franceseáAlfonso Lamartine, vi ambient˛ il suo famoso romanzo "Graziella", che narra i romantici amori tra il poeta e una fanciulla del luogo. Vi Ŕ anche ambientato il romanzo "L'isola di Arturo" diáElsa Morante (1957).
A differenza diáCapri edáIschiaProcida ha conservato il suo aspetto antico e genuino e il turismo la ha appena sfiorata.
Il soggiorno in questa isola quindi riserva un piacevole incontro con la natura e le antiche tradizioni, fra antiche case colorate vivacemente, agrumeti, vigneti , stradine silenziose e scorci panoramici.

Continuando a usare questo sito web, acconsenti all'uso dei cookie in conformità alla nostra Cookie Policy×